07.26.2021
Advertising

I nostri primi sei mesi del 2021 tra innovazione e crescita

Note: Verizon Media diventa Yahoo.

Christina Lundari, General Manager Yahoo Italy

Christina Lundari

Ed eccoci già oltre la metà del 2021, un altro anno ancora complesso dal punto di vista sanitario -  con molti di noi ancora in home working - ma per Yahoo senz’altro effervescente sul fronte dell’innovazione e del business.

Il business di Yahoo in H1 è cresciuto a doppia cifra rispetto al 2020, un risultato per certi versi atteso, ma la notizia veramente positiva è che è cresciuto con la stessa intensità anche rispetto al 2019. Uguale performance anche in Italia e questo grazie all’ottima collaborazione con i nostri clienti e partner, che ringrazio a nome di tutto il team!

Queste le milestone del primo semestre che ci preme ricordare:

  • Continua il trend estremamente positivo per la nostra DSP, apprezzata per i suoi asset distintivi: disponibilità di grandi quantità di dati di prima parte, placement in contesti editoriali qualitativi, algoritmi che consentono il raggiungimento di elevate performance, omnicanalità inclusiva di DOOH, audio e connected TV. 
  • Si intensifica la nostra partnership con clienti internazionali che pianificano i nostri spazi in tutti i paesi EMEA e in USA.
  • Prosegue l’ascesa del native, che grazie alle sue performance e alla molteplicità di formati disponibili riesce a rispondere a tutti gli obiettivi di campagna: branding, performance e e-commerce.
  • Rimane centrale la nostra partnership con Warner Music International per una video strategy brand safe, scalabile e qualitativa. 
  • Assume sempre più importanza la connotazione immersiva delle attività di comunicazione, soprattutto se indirizzate ai millenials. I progetti speciali ideati dal nostro team creativo in-house Ryot e arricchiti di elementi quali gli influencer, l’augmented reality e il gaming garantiscono un ingaggio delle audience decisamente elevato. 
  • Alle partnership già siglate con Renault per la Formula 1 e con DS Techeetah per la Formula E si è aggiunta un’altra partnership globale, siglata in Italia, con il team di MotoGP Pramac Racing di cui siamo orgogliosi sponsor con il brand Yahoo.
  • Infine, grandi investimenti sono stati fatti per prepararci al futuro cookieless con soluzioni di identity come Next Gen, o ConnectID, che verranno ulteriormente affinate e testate nei prossimi due anni.

Auguriamo a tutti buone vacanze in attesa di proseguire la collaborazione nella seconda parte dell’anno.