03.31.2021
Innovation

La caccia al tesoro in AR di Doritos®

Note: Verizon Media diventa Yahoo.

Doritos AR quest

Verizon Media e Pepsi hanno collaborato per festeggiare il lancio della PlayStation 5 con una caccia al tesoro in realtà aumentata. Un progetto sviluppato facendo leva su creatività e tecnologia che ha regalato un'esperienza unica ai giocatori, che si sono trovati a dare la caccia ai quattro simboli iconici della PlayStation.

Lo scenario

Esaurita a poche ore dal lancio, Doritos voleva “sfruttare” il fermento attorno alla nuova PS5 essendo tra gli snack preferito dai gamers. L’azienda aveva già una partnership con la PS5 sulla confezione, tuttavia Doritos voleva dare vita a una strategia che permettesse di andare oltre il semplice abbinamento gioco-snack e fare in modo che i suoi fan provassero l’eccitazione della sfida al di là della console. Forte dei risultati di uno studio sul 5G condotto da Verizon Media, che indicavano come il 50% dei 18-34enni avessero già provato l'AR nei 6 mesi precedenti, Doritos ha deciso di lanciarsi in una campagna innovativa che potesse allargare il raggio d’azione della sua partnership con PS5.

L’idea

PlayStation è conosciuta per i suoi 4 simboli iconici: quadrato, croce, cerchio e triangolo. E il triangolo è anche la forma caratteristica dei Doritos. A quel punto ci si è posti la domanda: cosa succederebbe se proponessimo dei Doritos con altre forme?

Il team creativo di Verizon Media ha sposato questa idea e ha creato una caccia al tesoro in realtà aumentata basata su geo-localizzazione e su tecnologia blockchain con l’obiettivo di sfidare i fan a trovare le quattro forme legate alla PlayStation in sacchetti virtuali di Doritos. L’operazione ha coinvolto sei i paesi: Regno Unito, Belgio, Paesi Bassi, Spagna, Irlanda e Australia. In palio, per chi avesse raccolto tutte e quattro le forme, una PS5.

Il progetto

Attraverso i loro smartphone, gli utenti potevano esplorare una mappa di sacchetti virtuali di Doritos (via mobile-web) e dirigersi verso uno specifico luogo reale dove raccogliere i premi in realtà aumentata. Il tutto è stato possibile grazie all’impiego della tecnologia blockchain che ha permesso di cambiare gli oggetti digitali in AR (Vatoms) con quelli reali: una PlayStation 5, giochi, abbonamenti digitali o altri premi. L’iniziativa ha anche contribuito alla visita ai negozi Tesco, dove venivano regalati migliaia di (reali) sacchetti di Doritos presentando un voucher digitale. Quando sono state implementate le restrizioni per il Covid-19, la meccanica del gioco è cambiata per permettere a tutti di giocare in sicurezza dalle loro case.

La tecnologia

La campagna ha utilizzato il trend emergente di combinare oggetti virtuali (vatoms) con realtà aumentata e con tecnologia blockchain. In questo modo è stato possibile creare un gioco basato sulla geo-localizzazione, dove i partecipanti andavano a caccia dei premi con i loro telefoni cellulari. I vatoms sono un cripto-voucher che può essere utilizzato dai brand per fare degli scambi con i consumatori e si basano su una tecnologia di database distribuito  - creato da BlockV e supportato dalla blockchain - che non può essere manomesso. Abbiamo lasciato i cripyto-voucher in aree geolocalizzate, successivamente rese note, e i giocatori hanno utilizzato una piattaforma AR dedicata e web-based (quindi senza la necessità di fare download di app) per visualizzare le patatine Doritos nelle varie forme delle icone della PlayStation, catturarle attraverso i loro smartphone e riscattare il relativo premio.

I risultati

Nelle quattro settimane di gioco si sono contati oltre 160.000 utenti registrati nei sei paesi coinvolti nell’iniziativa, che hanno giocato più di 550.000 volte e si sono aggiudicati oltre 24.000 premi, per un tempo medio di permanenza di oltre 3 minuti.  La caccia al tesoro virtuale è diventata così popolare che si è dovuto intervenire limitando il numero di concorrenti. Inoltre, grazie alla campagna nel Regno Unito, le vendite nel quarto trimestre di Doritos sono aumentate del 21% anno su anno.

"Quando abbiamo ricevuto il brief da PepsiCo abbiamo subito intuito che la vera opportunità era concentrata nella possibilità di fondere il mondo fisico e il virtuale, in modo divertente e coinvolgente. A fare in modo che tutto questo diventasse realtà è stata la competenza di Verizon Media".

Rachel Hayes, Managing Partner OMD

Verizon ci ha permesso di realizzare un'emozionante caccia al tesoro in AR per Doritos in alcuni paesi europei e in Australia, che ha amplificato ed esteso la nostra promozione con PlayStation® a un pubblico completamente nuovo. Abbiamo registrato alti tassi di coinvolgimento e un altrettanto elevato tempo di gioco in tutti i mercati. Anche le modifiche introdotte a causa del lockdown non hanno fermato il successo dell’iniziativa”.

Wayne Newton, WE Marketing Director, Pepsi

Guarda il video